Home   Il Dirigente    Plessi scolastici    Progetti   Contatti  
 

RICERCANDO TRA PASSATO E PRESENTE
INCONTRIAMO LUCIA SCHIAVINATO

 I.C. “E. Toti” Musile di Piave  - Progetto gruppo 3^A a.s. 2015-2016
Florian Luisa - Boccassini Cinzia


Da Piave Tv del 20/07/2016

UNDICI PICCOLI STORICI SULLE ORME DI LUCIA SCHIAVINATO


 
di Cristiano Pellizzaro

Un viaggio nella storia alla scoperta della figura di Lucia Schiavinato. È quanto hanno vissuto undici studenti della classe 3 A dell’ Istituto Comprensivo Enrico Toti di Musile di Piave, nell’ultimo anno scolastico, guidati dalle loro docenti di lettere e arte, Luisa Florian e Cinzia Bocassini.

Tutto è partito dal ritrovamento casuale di una vecchia lettera, da parte di uno studente della classe, Giorgio Teso, mentre sfogliava a casa un vecchio libro del nonno, e dall’intuizione dell’insegnante di lettere che nella traccia sbiadita ai margini del foglio ne ha riconosciuto la firma autografa della Venerabile Serva di Dio.

La lettera trovata da Giorgio era indirizzata a suo nonno, all’epoca quindicenne, Gaetano Rorato. Lucia la scrisse il 18 gennaio 1944 per invitarlo ad andare a trovare un giovane di Zara scappato dopo il bombardamento della città nel dicembre del 1943, ospite a San Donà nella casa della famiglia Draghi in via Bonifiche.

Dopo aver ricostruito l’albero genealogico dei suoi genitori, gli Stalda e gli Schiavinato, e aver provato il loro forte spirito di italianità fondato sui valori di libertà e giustizia che li spinse a partecipare alle guerre d’indipendenza, i ragazzi sono stati guidati alla scoperta della profonda carità e umanità di Lucia che, come fonte inesauribile, continua a sgorgare dal vivere il Cristo Eucarestia.

Il prezioso progetto “Ricercando tra passato e presente incontriamo Lucia Schiavinato” si è concluso presso il Piccolo Rifugio di San Donà di Piave dove i ragazzi, presentandolo a un gruppo di ospiti e di Volontarie della Carità che vivono al Centro, hanno potuto comprendere l’importanza del lavoro svolto dalla sua fondatrice.

Al gruppo di ricerca ha preso parte anche una studentessa musulmana che non si è certo sentita distante dagli insegnamenti della cristiana Lucia. «Mi hanno colpita alcune sue citazioni,  come “l’ambiente  in cui vivi è il grembo nel  quale il Signore ti ha deposto perché si compiano in te i disegni di Dio”» scrive la ragazza, «È come se fossimo dei fogli bianchi che vengono scritti dalla nostra volontà pur nel chiaro disegno divino. Mi spiace vedere che nel mondo che mi sta attorno manchi la sensibilità, che l’amore per se stessi sommerga l’amore per gli altri e che manchino quei valori fondamentali che uniscono tutte le religioni.

Mi è piaciuto moltissimo conoscere questa figura così umile, grande, buona e penso che il mondo abbia bisogno di tantissime persone così “con tutto l’amore del mondo -e per il mondo- nel cuore”».
_______________________

Una lunga allegra catena di persone si snoda attorno a Lucia Schiavinato e ad una Volontaria della Carità. Stridono i contrasti di colore: intensi e vivaci quelli della Bandiera della Pace indossati dalla catena umana, poco vivi quelli di chi non vuole apparire perché dell’umiltà ha fatto l’emblema della sua vita. Troneggiano comunque le due figure al centro del foglio e su tutto irradia quel sorriso di Pace, dal quale trasuda una piacevole atmosfera di Armonia che sembra scaldare il cuore. Da quel sorriso esce un monito: “GIOIA; GIOIA; GIOIA!” una gioia profonda che viene dal camminare insieme, semplicemente presi per mano.

(Boccassini Cinzia e l’alunna Cardin Ilaria)